La prova di penetrazione strumentata consente di valutare alcune caratteristiche dei materiali, come ad esempio il modulo elastico. Ciò si ottiene registrando con continuità i segnali di forza e spostamento durante le fasi di incremento e decremento della forza applicata, ma introduce una notevole complessità di gestione dei fenomeni elasto-plastici e di elaborazione dei segnali di misura ottenuti. Lo stato dell’arte è testimoniato dalla norma ISO 14577 ed in particolare dalla parte 1 che, ancora nell’ultimo aggiornamento del 2015, prevede l’uso di due metodi che, però, hanno problemi significativi dal punto di vista misuristico. Gli autori esaminano alcuni metodi alternativi che consentono di superare i fattori critici ed evidenziano la necessità di curare la parte misuristica per migliorare la robustezza e diminuire l’incertezza dei risultati. I metodi normati e quelli alternativi sono stati applicati a dati sperimentali ottenuti nel campo della nano e macro durezza, evidenziandone, col confronto, le caratteristiche specifiche.

APPROFONDIMENTI METROLOGICI SULLA MISURA DEL MODULO ELASTICO CON LA PROVA DI PENETRAZIONE STRUMENTATA / Germak, A.; Barbato, G.. - (2017), pp. 585-590. ((Intervento presentato al convegno XXV Congresso Nazionale di Misure Meccaniche e Termiche.

APPROFONDIMENTI METROLOGICI SULLA MISURA DEL MODULO ELASTICO CON LA PROVA DI PENETRAZIONE STRUMENTATA

GERMAK, ALESSANDRO FRANCO LIDIA;
2017

Abstract

La prova di penetrazione strumentata consente di valutare alcune caratteristiche dei materiali, come ad esempio il modulo elastico. Ciò si ottiene registrando con continuità i segnali di forza e spostamento durante le fasi di incremento e decremento della forza applicata, ma introduce una notevole complessità di gestione dei fenomeni elasto-plastici e di elaborazione dei segnali di misura ottenuti. Lo stato dell’arte è testimoniato dalla norma ISO 14577 ed in particolare dalla parte 1 che, ancora nell’ultimo aggiornamento del 2015, prevede l’uso di due metodi che, però, hanno problemi significativi dal punto di vista misuristico. Gli autori esaminano alcuni metodi alternativi che consentono di superare i fattori critici ed evidenziano la necessità di curare la parte misuristica per migliorare la robustezza e diminuire l’incertezza dei risultati. I metodi normati e quelli alternativi sono stati applicati a dati sperimentali ottenuti nel campo della nano e macro durezza, evidenziandone, col confronto, le caratteristiche specifiche.
XXV Congresso Nazionale di Misure Meccaniche e Termiche
open
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
GMMT.2017.Indentation.1.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale
Licenza: Pubblico - Tutti i diritti riservati
Dimensione 609.34 kB
Formato Adobe PDF
609.34 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11696/56267
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact